domenica 24 agosto 2014

Debutto in pizzeria del mio impasto con pastamadre


Durante i miei  corsi per pizzaioli , la domanda ricorrente, non solo dei partecipanti ma soprattutto dei gestori che mi ospitavano era: “ ….ma si riesce a preparare in pizzeria un impasto per pizza con pastamadre,  si hanno i tempi per rinfrescarla per poi inserirla nell’impasto finale?  Io rispondevo: “ ….perché no”. Soprattutto se si è certi della riuscita di un prodotto pizza che si distingue per fragranza e  sapori accentuati. Preparare un impasto con pastamadre, utilizzando, tra l’altro  farine di tipo 1, macinate a pietra e con una lievi-maturazione di 48 ore, vuol dire creare i presupposti per un prodotto finale sicuramente più digeribile, più ricco sotto il profilo aromatico dello stesso ma preparato con lievito naturale.

 Ero certo delle mie convinzioni e lo sono ancora di più in questi giorni, dove, finalmente, realizzo uno dei miei sogni: far mangiare la mia pizza con pastamadre, non solo ad amici e parenti, ma ad un pubblico più numeroso. 

Ad inizio agosto  ho conosciuto Francesco, il gestore del locale Villa Giovanna ad Ottaviano che ha subito sposato il mio progetto: stravolgere il modo d’intendere la pizzeria, non più il solo pizzaiolo addetto alla preparazione dell’impasto e, quindi, alla farcitura e cottura, ma in aggiunta una figura che si occupasse di curare la sezione IMPASTI e introdurre nel ciclo l’uso della pastamadre come agente lievitante. In questi giorni le persone che stanno assaggiando il mio impasto a Villa Giovanna realizzano che hanno tra le mani e quindi al palato una pasta diversa, più scioglievole, più leggera; è quanto emerge dalle risposte che danno quando viene chiesto loro che sensazione hanno provato durante il consumo della pizza. 





5 commenti:

  1. Complimenti e tanti alrti successi!!!

    RispondiElimina
  2. Grande, Salvatore!!!
    Che soddisfazioni, eh?
    Conoscendoti, son sicuro della piena riuscita di questo impasto e della sua leggerezza.
    Complimenti!!! :))

    RispondiElimina
  3. mamma che bonta' dove state che vi vengo a trovare!!

    RispondiElimina